GinecologiaNews.net


News

La vita sessuale delle donne anziane viene migliorata dal DHEA

I risultati di uno piccolo studio in aperto suggeriscono che il trattamento annuale con l'integratore alimentare Deidroepiandrosterone ( DHEA ) può aumentare l'attività sessuale nelle donne in postmenopausa precoce.

I punteggi totali alla scala McCoy Female Sexuality Questionnaire sono quasi raddoppiati rispetto al basale in 12 donne che hanno assunto 10 mg/die di DHEA per via orale, così come in 12 donne assegnate alla terapia ormonale convenzionale ( 1 mg/die di Estradiolo e 5 mg/die di Diidrogesterone ).

In entrambi i casi il miglioramento dal basale è risultato significativo ( p inferiore a 0.001 ).

Un più piccolo aumento, ma statisticamente significativo, nei punteggi McCoy è stato osservato anche in 12 partecipanti che hanno preso 2.5 mg/die di Tibolone ( Livial ).

DHEA, uno steroide sessuale a bassa potenza, è un prodotto da banco ampiamente disponibile, ed è spesso classificato come un integratore naturale anti-invecchiamento.

Alcuni studi in precedenza avevano suggerito che questo farmaco era in grado di migliorare la funzione sessuale nelle donne in postmenopausa; tuttavia le evidenze erano deboli.

Lo studio è stato elaborato come studio pilota per testare DHEA rispetto alle altre terapie ormonali nelle donne sane in post-menopausa sensibili alla terapia ormonale sostitutiva, assegnando 36 donne dai 50 ai 60 anni ai tre bracci di trattamento.

Ulteriori 12 donne che hanno rifiutato la terapia ormonale sono state reclutate e assegnate a ricevere 400 UI/die di Vitamina-D e 1.250 mg/die di Calcio carbonato, fungendo da gruppo di controllo.

La funzione sessuale è stata valutata al basale e al termine di un anno di trattamento con il questionario McCoy a 19 punti, che pone domande riguardo a frequenza della attività sessuale, lubrificazione vaginale, orgasmo e relazione con i partner.

I punteggi sulla attività sessuale sono cresciuti con DHEA e con la combinazione Estradiolo - Diidrogesterone e nel braccio Tibolone.

Nel gruppo DHEA, i punteggi medi hanno raggiunto un valore superiore a 7.5 con il trattamento, dal basale di circa 2.0 ( P inferiore a 0.01 ).

Nel gruppo terapia ormonale sostitutiva, i punteggi inerenti i rapporti sessuali sono passati da circa 4.0 al basale a 9.0 alla fine del trattamento ( P inferiore a 0.05 ).
Il gruppo Tibolone ha avuto un incremento a circa 7.5 dopo il trattamento dal 5.0 al basale ( P inferiore a 0.01 ).

Tutti e tre i trattamenti ormonali hanno portato a una forte e significativa diminuzione dei sintomi della menopausa ( P inferiore a 0.001 ), valutata mediante la scala Greene Climacteric Scale.
Il gruppo di controllo non ha mostrato alcun cambiamento.

I livelli sierici di estradiolo sono aumentati in misura maggiore con la terapia sostitutiva a base di Estradiolo che con Tibolone o DHEA.

Le concentrazioni di progesterone e 17-idrossiprogesterone hanno avuto un iniziale rapido aumento con la terapia ormonale sostitutiva e con DHEA, mentre non sono stati riscontrati cambiamenti significativi nel gruppo Tibolone.

Il trattamento con DHEA ha portato a un aumento dei livelli degli androgeni delta-4 e delta-5, che non sono stati influenzati nè da Tibolone né dalla terapia ormonale sostitutiva.

Gli effetti benefici del DHEA sulla funzione sessuale potrebbero essere, almeno in parte, la conseguenza diretta di questo aumento concomitante di estrogeni, androgeni e progesterone nelle donne in post-menopausa, sintomatiche.

DHEA, inoltre, sembra agire sui neurosteroidi che modulano l'attività dei neurotrasmettitori nella via del GABA, del glutammato e del sigma-1.

Sono necessari ulteriori studi sul DHEA per stabilire lo spettro di sintomi che potrebbero essere migliorati con questa sostanza. ( Xagena News)

Fonte: Climacteric, 2011